V come visione

Può sembrare paradossale che della ‘enciclopedica’ Biennale Arte di Venezia del 2013, io ricordi con particolare vivezza le tavole de ” ll libro rosso ” del famoso psichiatra, psicoanalista e antropologo svizzero Carl Gustav Jung che non sono nate per essere opere d’arte. Il libro rosso contiene le trascrizioni delle visioni (accompagnate dalle sue interpretazioni) che Jung ebbe nel corso di ben sedici anni ed era il modo in cui cercò di viaggiare nelle profondità dell’universo primordiale della sua psiche.

“Tutta le mia opere, tutta la mia attività creativa, derivano da quelle fantasie e da quei sogni iniziali.”

redbook2 TheRedBook-LEFAP-Catalog2 ss libro-rosso-jung jung-esperimento-258 Jung1 sriimg20091125-11535304-2-data jung calligrafia esterne121422501212142509_big depressione_creativa_2 dal-libro-rosso-di-jung big_2manyjung 5_Jung 7_352-288 carl_jung Copy_of_Jung_photo_8-11-04-550x450

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...