W come wabi-sabi

Nel cuore dell’esteica giapponese c’è il concetto chiamato ‘wabi-sabi’: una parola che indica la bellezza dell’imperfezione, dell’incompletezza e dell’eterno fluire delle cose, la loro transitorietà e asimmetria.

 

Annunci