G come gezellig e grazie

gezellig

“Aggettivo, olandese. Molto più che accogliente o piacevole: descrive il senso di intimità, calda e rigenerante, non necessariamente fisica, che si prova stando con le persone care.”

“Chiedete a qualsiasi olandese e vi parlerà del gezellig. Rappresenta la loro cultura ospitale, amichevole, e include tutto ciò che fa sentire davvero accolti, come un’atmosfera familiare, una bella conversazione, gli abbracci.” da Lost in translation di Ella Frances Sanders

Ho la fortuna di avere molte persone che mi fanno provare questa bellissima sensazione…alcune anche stando a parecchi chilometri di distanza! Grazie.

G come gioielli

Ancora dalla mente creatrice della grande designer Anni Albers (in collaborazione con un suo studente, Alex Reed, i gioielli, creati con materiali quotidiani, niente affatto preziosi.

“Fin dall’inizio ero conscia del nostro tentativo di non discriminare i materiali, di non attribuire loro il valore convenzionale della preziosità o della grossolanità.Rompendo la valutazione originaria abbiamo sentito che potevamo cercare di riabilitare i materiali. Sentivamo che forse i nostri esperimenti potevano aiutare a far notare il valore puramente fuggevole che noi diamo alle cose, nonostante noi crediamo che sia permanente.”

jewelry_thumb_05

jewelry_slide_07

jewelry_slide_10

jewelry_slide_11

jewelry_slide_06

jewelry_slide_02

jewelry_slide_01

jewelry_slide_03

jewelry_slide_04

Anni Albers