A come aprile II

“Il nostro mese, Rainer, – il mese che precedette quello del nostro incontro. Non è un caso che io debba pensarti così tanto proprio durante questo mese. Raccoglie infatti tutte e quattro le stagioni, aprile, con le sue ore ancora piuttosto invernali, la sua aria di neve, ore che stanno accanto ad altre di fulgida luminosità; […]”Lou Andreas Salomé

 

S come scrittura visuale II

8937783_orig8150357_orig

7404660_orig

7001012_orig6651530_orig

6010203_orig

1274477_orig1496706_orig

2192864_orig

3082792_orig3772832_orig

4518352_orig

288471_orig

“Osservare il mondo esteriore e imparare del proprio mondo interiore. Confrontarli nel gioco formale della composizione. Farli coesistere. Separare e legare, stabilire dei passaggi, delle aperture,dei movimenti ascensionali, delle linee di comunicazione, delle zone di interazione. Raccogliere e assemblare dei frammenti e unirli in un tutto armonico. Usare dei disequilibri per creare dei nuovi equilibri. Trasportare, estrarre, sublimare. Cercare l’essenza, la tensione e … la polisemia.”Elisabeth Couloigner